Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri e di altri siti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in rete. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai implicitamente di ricevere cookie al nostro sito. Le impostazioni dei Cookies possono essere modificate in qualsiasi momento cliccando su "Più informazione sui Cookies”.

Audi innovative thinking

Audi

Christian Carniato

Founder & CEO - TSW

Vedere ciò che altri non vedono: questo è innovazione.

Ho immaginato persone ed imprese incontrarsi nella rete: incessantemente, cambiando per sempre il nostro modo di fare marketing. Visibilità nei motori di ricerca e tracciabilità dei clienti avrebbero deciso chi vince e chi perde nel mercato di domani. Gli investimenti creano valore solo se diamo valore alla relazione con le persone. Ma per questo occorrono nuove strategie. Ho visto TSW come un filo che intreccia relazioni: per chi in rete vuole crescere o non ha intenzione di smettere di farlo.

I contributi di Christian

Vedi tutti

TSW XP Lab: il “laboratorio continuo” dedicato a Neuromarketing e comportamenti di consumo.

Nell’ambito della ricerca stiamo attraversando una nuova e interessantissima frontiera: quella del Neuromarketing e delle Neuroscienze applicate. Da tempo ci si interroga sulla possibilità di sapere cosa vivono e cosa provano le persone quando usano un prodotto o servizio, osservano un sito, una app, un messaggio pubblicitario o un prodotto.

Ormai tutto ciò è possibile. Infatti grazie all’evoluzione delle nostre competenze, dopo anni di esperienza nella User Experience, siamo approdati naturalmente a questo nuovo territorio di ricerca.

Le persone e le loro emozioni sono e rimangono centrali. Siamo oggi in grado – grazie al bio-feedback - di conoscere le emozioni associate ai brand ed influire sullo zero moment of truth dei consumatori. Questo nuovo mondo di ricerca non si ferma ai luoghi digitali, ma attraverso i dispositivi wearable potremo seguire comportamenti dei clienti anche all’esterno.

È per questo che abbiamo inaugurato in agenzia un secondo laboratorio dedicato alla User Experience: per accelerare il processo di ricerca, rendendo TSW un laboratorio continuo di analisi.

Neuromarketing: analizzare delle emozioni permette di prendere decisioni migliori

Sappiamo che vi è un divario tra ciò che i consumatori dicono di fare e il modo in cui in realtà si comportano [M. Lindstrom, 2013]. Il consumatore spesso si affida ad aspetti irrazionali ed è guidato automaticamente, in modo intuitivo. [Gladwell, M., Blink, 2005].

Può essere complesso comunicare a parole fattori emotivi, mentali e irrazionali, ma proprio questi sono sostanziali quando si tratta di scegliere un servizio o un prodotto.
Le decisioni di business sono troppo spesso indirizzate in base a ciò che gli utenti dicono di fare, di pensare o di sentire – quindi con un approccio di marketing convenzionale. Prospettiva che da qualche tempo è superata con i test di usabilità con eye tracking.
Il mercato oggi ci chiede criteri efficaci e semplici per avere accesso alle reazioni ed emozioni dei loro consumatori, con risultati oggettivi svincolati dalla mediazione della comunicazione verbale. Questo è possibile grazie alle Neuroscienze e il Neuromarketing, che indaga i processi mentali che generano comportamenti, decisioni nel campo di azione del marketing tradizionale: market intelligence, product e service design, branding, posizionamento, targeting.

Stiamo entrando quindi nei meccanismi dell’intuitivo, dell’emotivo, della reazione implicita–istintiva e dell’inconsapevole. Le emozioni giocano un ruolo chiave nei processi decisionali: le nostre decisioni sono governate per l’85% da fattori inconsapevoli: intuizioni, emozioni, desideri, scelte impulsive, ricordi e valori profondi. (Antonio Damasio, 2000)
TSW ha sviluppato tecnologie integrate di Neuromarketing per aiutare le aziende a prendere decisioni migliori e creare engagement nei propri clienti: misuriamo così le risposte fisiologiche dei consumatori e la loro comprensione emotiva, in modo per niente invasivo. Questo oggi crea un vantaggio competitivo assoluto.

Le Neuroscienze e la Psicologia Cognitiva si aggiungono quindi al nostro patrimonio di esperienze e di conoscenze, anche grazie a figure specializzate che abbiamo introdotto nel nostro team. Insieme a loro abbiamo sviluppato gli strumenti e i test con cui oggi possiamo analizzare le risposte implicite ed emotive degli utenti. Così è nato il nostro secondo laboratorio di usabilità.

Attraverso strumenti e metodologie di Neuromarketing che si fondano su tecnologie affidabili e scientificamente validate, ormai siamo in grado di individuare i trigger nascosti del comportamento d’acquisto dei consumatori. Questa ricerca implicita permette di costruire engagement e un ponte di comunicazione tra l’azienda e il cliente, offrendo:

• misure concrete e immediate dell’esperienza vissuta dall’utente
• le chiavi fondamentali per cui un marchio cattura il consumatore
• una misurazione di emozioni, intuizioni e reazioni fisiologiche-emotive (che non sono sempre esprimibili a parole, o comunque vengono generalmente filtrate dal soggetto)
• semplicità di utilizzo, sia online che offline, in qualsiasi luogo o device.