Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri e di altri siti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in rete. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai implicitamente di ricevere cookie al nostro sito. Le impostazioni dei Cookies possono essere modificate in qualsiasi momento cliccando su "Più informazione sui Cookies”.

Audi innovative thinking

Audi

Matteo Plevano

Founder Greenjobs.it

My Innovative Thinking

L'innovazione è coraggio, creatività, ragione, follia.

I contributi di Matteo

Vedi tutti

L'innovazione pensata, agita e dimostrata

Innovare spesso è un atto di creatività.

Come tutti gli atti di creatività significa mettere insieme elementi apparentemente sconnessi e distanti tra loro per generare un’idea nuova, che inizia a muovere i primi passi con le proprie gambe e che può camminare anche molto lontano rispetto ai concetti separati che l’hanno generata.

Questo è accaduto con il nostro progetto. Ma andiamo con ordine.

Circa sei anni fa abbiamo pensato che per incidere nella società e dare una svolta nel senso della sostenibilità e della responsabilità sociale fosse necessario farlo per lavoro, non come volontariato nei ritagli di tempo. Non ha senso desiderare il bene della collettività e contemporaneamente lavorare per aziende che sono completamente disinteressate al benessere collettivo e che sono talvolta al limite della legalità. Quindi abbiamo pensato ad una nuova Categoria di Lavori, e l’abbiamo chiamata ‘lavori verdi e socialmente responsabili’, proprio per indicarne l’impatto positivo sull’ambiente e sul sociale. Aggregare tali opportunità di lavoro, oltre che essere utile, è innanzitutto un messaggio molto importante: si può lavorare per migliorare il mondo. Così è nato Greenjobs.it

Subito dopo ci siamo accorti che svolgere questo tipo di lavoro ha un impatto profondo sulla persona: da un lato è motivante e coinvolge nell’attività che si svolge, proprio perché ha una finalità positiva; dall’altro ha una ricaduta sul benessere psicologico della persona, in quanto consapevole di svolgere un’attività Giusta.

Due elementi che non si sono mai parlati iniziano a dialogare: la componente psicologica (empowerment, autoefficacia, motivazione, coinvolgimento, benessere psicologico) e la green economy (intesa come paradigma socio economico).

Allora abbiamo capito che la green economy può essere una leva enorme per attivare energie nella persona, coinvolgerla, motivarla, farla sentire partecipe della costruzione di una società nuova, inserendosi perfettamente nelle politiche cosiddette ‘attive’ del lavoro, ed in particolare dell’orientamento. Così è nato lo Sportello Green Jobs.

I risultati di un anno di sperimentazione non fanno altro che confermare questo.

Non solo. Tale attivazione, che abbiamo chiamato ‘accelerazione motivazionale’ è una leva potentissima anche per l’avvio di impresa. Allo Sportello circa 1 utente su 5 ha valutato di avviare un proprio progetto imprenditoriale.

La green economy è anche un processo storico, che riguarda gli anni che stiamo attraversando. Rappresenta una macro visione economica e sociale, che al pari delle precedenti rivoluzioni industriali può guidare la società verso una dimensione nuova, migliore, evoluta. Per questo l’effetto che ha sul singolo può diventare ‘virale’ e contagiare intere masse di persone, creando un reale cambiamento.

Quale sfida può essere più affascinante?

Quindi mettiamoci all’opera!

https://greenjobsitalia.wordpress.com/