Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri e di altri siti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in rete. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai implicitamente di ricevere cookie al nostro sito. Le impostazioni dei Cookies possono essere modificate in qualsiasi momento cliccando su "Più informazione sui Cookies”.

Audi innovative thinking

Audi

Innovation from world

Storia della Luce

L'innovazione tecnologica di Audi va oltre il classico concetto di illuminazione: le luci a LED e l'ultimissima tecnologia a fari laser assicurano non solo un'illuminazione di ultimissima generazione ma anche una maggiore sicurezza alla guida

05 Giugno 2015

«Gli occhi dell’automobile»

Ingolstadt, Germania. Solo fino a poco tempo fa, gli impianti luce nelle automobili servivano semplicemente per illuminare, nel senso più letterale del termine. Oggi, grandi passi avanti nella tecnologia hanno permesso agli ingegneri Audi di sviluppare nuovi sistemi di illuminazione integrati che restituiscono una percezione dell’ambiente circostante totalmente nuova. È per questo che nel nuovo Audi Lightening Assistance Centre non si parla ormai più di fari ma di occhi. Gli occhi dell’automobile.

Le luci a LED sono state sviluppate e introdotte nel mercato automobilistico da Audi. La loro funzione va oltre la semplice illuminazione: radar, sensori e telecamere conferiscono alle auto una percezione a 360 gradi dei dintorni, funzione molto utile per segnalare al conducente eventuali ostacoli o pericoli presenti in strada.

In questo campo di ricerca e sviluppo, la strategia di Audi è quella di mantenere e rinsaldare il suo ruolo di brand leader a livello mondiale per la tecnologia d’illuminazione dell’automobile. L’uso dei LED ha rivoluzionato l’industria delle luci grazie alle piccole dimensioni e alla capacità di funzionare fino a dieci volte più velocemente di una normale lampadina, consumando, allo stesso tempo, molta meno energia e disperdendo pochissimo calore. In più, i fari a LED Audi sono costantemente in contatto con le videocamere nell’abitacolo, con i sensori e il sistema di navigazione, per una percezione totale della strada.

«La supercar tedesca a tiratura limitata è la prima auto a proporre la tecnologia a fari laser»

Grazie all’impegno di Audi nel mondo dello sport, i proiettori a LED Audi Matrix che sono stati testati in pista ora diventano realtà sui modelli da strada. Dotati di una tecnologia che attiva, disattiva o attenua individualmente i diodi a seconda della situazione, i proiettori a LED Audi Matrix assicurano costantemente un’illuminazione precisa e con il massimo rendimento, senza che sia necessario l’impiego di un meccanismo girevole. La tecnologia LED Audi Matrix permette di illuminare la strada senza disturbare gli altri conducenti e consente di regolare alla perfezione la distribuzione della luminosità, a seconda della situazione. Non appena la telecamera della vettura rileva la presenza di altri veicoli, i proiettori mascherano alcune zone delle luci abbaglianti. Il sistema funziona con una precisione tale da oscurare le sezioni che potrebbero incrociare le vetture provenienti dal senso di marcia opposto o che precedono il veicolo, continuando ugualmente a generare luce abbagliante a piena potenza su tutte le altre aree. Quando il traffico in senso contrario cessa, i proiettori abbaglianti riprendono piena potenza, incluse le sezioni disattivate in precedenza. Il conducente potrà sempre godere di una luminosità brillante ed omogenea.

La nuova tecnologia di illuminazione sorprende anche durante la guida diurna. Appare talvolta come punti luminosi, oppure come striscia di luce dinamica: i proiettori a LED Audi Matrix offrono un seducente mix tra design elegante ed eccellente funzionalità.

L’ultima evoluzione del sistema di illuminazione è rappresentato dalla nuova R8 LMX. La supercar tedesca a tiratura limitata è la prima auto a proporre
la tecnologia a fari laser, che le permetterà di illuminare la strada fino a 500 metri e, integrandosi con il GPS dell’auto, riuscirà ad anticipare le curve del percorso e ad illuminare pedoni e altri veicoli nelle vicinanze. Inoltre, in caso di mancanza della segnaletica orizzontale, i laser proietteranno linee luminose a terra, guidando l’auto e mantenendola sulla propria carreggiata. Il laser posteriore reagirà alla pioggia e alla nebbia riuscendo ad essere visibile in ogni condizione atmosferica, anche da grandi distanze.